The Reef & The Craft

Ero una piccola creatura nel cuore 
Prima di incontrarti, 
Niente entrava e usciva facilmente da me; 
Eppure quando hai pronunciato il mio nome 
Sono stata liberata, come il mondo. 
Non ho mai provato una così grande paura, perché ero senza limiti. 
Quando avevo conosciuto solo mura e sussurri. 
Stupidamente sono scappata da te; 
Ho cercato in ogni angolo un riparo. 
Mi sono nascosta in un bocciolo, ed è fiorito. 
Mi sono nascosta in una nuvola, e ha piovuto. 
Mi sono nascosta in un uomo, ed è morto. 
Restituendomi 
Al tuo abbraccio. 

Mary-Elizabeth Bowen

Marzo/Aprile: Luna della Lepre

 

 

Lunazione di Marzo/Aprile: Luna della Lepre


La Luna della Lepre è la prima lunazione dell'anno, che come abbiamo visto comincia con la prima luna nuova di primavera. Secondo l'agrilunario di Strie, consultato per l'occasione (e citato in bibliografia) il clima lunare per la Luna della Lepre è il seguente:

Il Novilunio avviene generalmente in Pesci segno di acqua che un tempo ci avrebbe ricordato le famose pioggerelle di marzo: lunatiche per la loro improvvisa presenza e altrettanto improvvisa scomparsa, che nutrivano la terra e consentivano ai germogli di spuntare. Pioggerelle di cui è rimasto solo il ricordo.
Ma il Novilunio può anche compiersi in Ariete rendendo più probabili le giornate soleggiate e decisamente primaverili.

Il Primo Quarto della lunazione in corso avviene in genere in Cancro indicando possibile clima umido.
Se la Luna Crescente ha il suo culmine in Gemelli l'elemento Aria torna ad essere persistente e con esso la possibilità di cambiamenti climatici anche repentini, a maggior ragione in questo segno che indica anche il passaggio tra Luna Ascendente e Luna Discendente.

Il Plenilunio della Lepre accade in genere in Bilancia e quando è così controllate pure il calendario: la domenica più vicina è Pasqua. Il tempo allora è quello tipicamente bilancino: segno d'aria, di sole e di fiori e stimola ai famosi picknick sull'erba del lunedì successivo, la Pasquetta.

Peccato che la luna, uscita dalla Bilancia, entri nello Scorpione rendendo le merende talvolta piuttosto "bagnate"!. 

Molto raramente potrebbe verificarsi un Plenilunio in Vergine, segno di giornate ancora fredde ma propizie per tutti i lavori nell'ortogiardino.

L'Ultimo Quarto si compie generalmente in Capricorno: segno di terra e di praticità potrebbe indicare lo stabilizzarsi del clima favorendo i lavori utili e necessari.

Veramente di rado la Luna Calante ha il suo culmine nel segno del Acquario, segno di Aria che indica belle giornate con la tipica aria primaverile.

È chiamata in questo modo (tra gli altri che vedremo) perché è il momento in cui la fertilità della natura esplode. Come dovremmo ben sapere, Marzo è il mese che porta con sé l'equinozio di primavera e la festa di Oestara, la Dea germanica dei fiori, associata ad Eostre nel suo nome romano. Simbolo infatti di Oestara era proprio il coniglio, o la lepre. Questo animale, come abbiamo visto anche negli articoli precedenti sulla Luna è un animale lunare. Secondo la cultura orientale, i crateri visibili sul nostro satellite erano associati alle impronte che la lepre lasciava nella neve, e ritenevano infatti che quando si nascondeva fosse fuggita sulla luna. Altre popolazioni hanno associato la lepre alla luna, come gli aztechi o i popoli norreni. Nella cultura giapponese abbiamo una bellissima leggenda che narra di come la lepre finì sulla luna. Volpe, scimmia e lepre erano molto amici e una divinità in veste umana decise di mettere alla prova la loro amicizia così anomala e chiese loro di procacciargli del cibo. Scimmia e volpe si misero al lavoro, sperando in una ricompensa mentre la lepre non fece altro che continuare a correre nei prati, seguendo quindi ciò che era la sua stessa natura, ma quando la volpe e la scimmia gli chiesero di raccogliere dei legni e ammucchiarli per un fuoco, corse a far ciò che le veniva chiesto dai due amici. Peccato che questo la portà a finire arrostita e servita nel piatto del dio che, inorridito, ritenne giusto premiare la sua lealtà e amicizia vere concedendole l'accesso alla Luna, dove ancora risiede.

Troviamo anche nella bibbia un ruolo più tardi "rivalutato" per la lepre: nel vecchio testamento, per esattezza nel Deuteronomio e nel Levitico, si specifica quali sono gli animali che possono essere mangiati e quali invece sono considerati "immondi": ogni ruminante può essere mangiato, purché abbiano l'unghia bipartita. Pertanto irace, cammello, lepre e maiale sono stati considerati animali impuri in quanto non ruminano o non hanno l'unghia bipartita. Nel corso, poi, della cristianizzazione dei culti pagani, il simbolismo della lepre e del coniglio sono stati assorbiti assieme all'uovo e la festa della Pasqua ha trovato il suo simbolismo associato ad Eostre (a volte rappresentata con la testa di lepre).

Il simbolismo della lepre quindi ci ricorda che questa lunazione è quella della forza della vita che spinge fuori, che sboccia, che fa aprire i fiori colorati da gemme grasse sugli alberi. Gli animali cominciano ad andare in amore, si risvegliano. Un risveglio che a volte risulta anche difficoltoso. Infatti la famosa "stanchezza di primavera" è un sintomo di questa lunazione ed è dovuta proprio alle energie del periodo che ci stanno spingendo a svegliarci, ad uscire dal nostro letargo e riprendere i nostri progetti, la nostra vita, cominciare nuove cose. La semina è legata infatti alla fertilità e la lepre è infatti un animale molto fertile.

La Luna delle Lepre è nota anche come Luna dell'Uovo, associato al periodo in cui le galline tornano a deporre e il momento in cui gli uccelli in genere costruiscono il nido e cominciano la cova dei nuovi piccoli. L'Uovo, simbolo stesso di rinascita, di Uovo Cosmico, di principio, trova qui la sua realizzazione anche nel simbolismo espresso dalla stessa dea Oestara e dalla vicinanza con il sabba dell'equinozio.

La Luna delle Lepre è quindi il momento per mettere in cantiere nuovi progetti, per cercare nuove vie di crescita. È il momento per coltivare o seminare o riordinare il nostro giardino o i nostri vasi, per tagliare l'erba e renderla più forte. Per intenderci, il termine "giardino" implica anche ciò che siamo, la nostra spiritualità. È il momento dello sbocciare di ciò che è la vita, quindi anche dentro noi dobbiamo allinearci a questa luna e lasciare che cresca ciò che deve con l'intensità e la forza che ha dentro.


Altri nomi per questa lunazione sono: Luna del Seme o della Semina, Luna del Seminatore, Luna delle Gemme, Eastermonath (mese di Eostre – Easter è propriamente la Pasqua in lingua in lingua inglese), Ostarmanoth (Ostara è l’equinozio di primavera), Luna dell’Erba verde, luna crescente, Luna Rosa o Luna della Rosa, Luna dell'Uovo, Luna dell'Erba, luna rossa dell'Erba, Luna della Foresta, Luna dei Boccioli, Luna Gialla, Luna dei Fiori, Luna della Rana, Luna selvaggia, Luna germogliante, Luna delle Fragole, Luna delle Uova d'Oca, Luna dello Zucchero, Risveglio della Luna, Luna della Piantatrice, Luna dentellare, Luna dei Pesci.
 
Spiriti della Natura: fate delle piante 

Le piante allineate a questa lunazione sono il basilico, il cardo, il sangue di drago, l'aglio di serpe, il geranio.

Colori: cremisi, giallo oro 

Fiori: margherita, pisello odoroso 

Profumi: pino, lauro, bergamotto, patchouli 

Pietre: rubino, granato, sardonice

Alberi: pino, lauro, nocciolo 

Animali: orso, lupo 

Uccelli: falco, gazza

Divinità: Kali, Hathor, Anahita, Cerere, Ishtar, Venere, Bast

Flusso del potere: energia nella creazione e nella produzione; ritorna equilibrio alle forze. Cambiamento, sicurezza di sé, fiducia in sé stessi, trarre profitto dalle occasioni. Convivono calma e impeti emotivi ed egoismo