The Reef & The Craft

Ero una piccola creatura nel cuore 
Prima di incontrarti, 
Niente entrava e usciva facilmente da me; 
Eppure quando hai pronunciato il mio nome 
Sono stata liberata, come il mondo. 
Non ho mai provato una così grande paura, perché ero senza limiti. 
Quando avevo conosciuto solo mura e sussurri. 
Stupidamente sono scappata da te; 
Ho cercato in ogni angolo un riparo. 
Mi sono nascosta in un bocciolo, ed è fiorito. 
Mi sono nascosta in una nuvola, e ha piovuto. 
Mi sono nascosta in un uomo, ed è morto. 
Restituendomi 
Al tuo abbraccio. 

Mary-Elizabeth Bowen

ORACOLO DELLA DEA ARTEMIDE

ORACOLO DELLA DEA ARTEMIDE

Sacerdotessa: (Invocazione) Divina Artemide dall'arco dorato, le cui frecce d'argento colpiscono
sulla fronte l'artista, il poeta e l’amante: sotto la cui potente protezione vivono cervi e daini, orsi e
lupi; concedici la Tua ispirazione. Dacci la comprensione di tutte le creature viventi: portaci in
armonia con la Tua natura gloriosa: ricordaTi di noi, anche se Ti abbiamo trascurata.
Oracolo: hai ben fatto. Hai ascoltato le mie richieste. All'undicesima ora ti rivolgi alle Mie vie.
Abbi fiducia e vai avanti con speranza. Per migliaia di lunghi anni terrestri, che per le Divinità non
sono che il trascorrere di un momento, tu ti sei allontanato da Me nella ricerca delle dei tuoi
artefatti. Con ciò non intendo che tu non dovessi apprendere le abilità di Efesto il fabbro; e gli alti
pensieri di Mio fratello gemello, Phoebus Apollo. Ma ora, sazio dei tuoi giocattoli meccanici,
spaventato dalla Nemesi delle tue azioni, ti rivolgi a Me.
Nella sfrenata distruzione di campi e boschi ti annienti. Nella morte di creature selvagge, ferisci la
tua esistenza. Nella fiera separazione dalla Natura, alieni le tua anima. Ma ti sei rivolto a Me. Sappi
che anche la Natura ha un'anima: che la terra è un essere vivente troppo potente perché tu possa
capire: che ogni creatura, ogni ramo, ogni atomo, ha il suo vero essere nel regno psichico su cui
presiedo.
Tutto ciò che vedi è un miraggio della Mia vera natura. Tu guardi ciò che è davanti ai tuoi occhi:
eppure quello è un fantasma di ciò che vi si nasconde dietro. Tu seguiresti le Mie vie? Chiudi gli
occhi, così che tu possa vedere. Il futuro lo conoscerai quando guarderai al passato - e così
camminerai all'indietro nel futuro. Usa la mano destra per il giorno e la mano sinistra per la notte.
Gira a destra per i doni di Mio fratello, Phoebus del Sole: gira a sinistra tre volte con gli occhi
chiusi se vuoi viaggiare verso la Mia Luna.
La Mia Luna non è quella che vedi. Le mie frecce non sono solo raggi di questa, piuttosto sono le
brillanti radiazioni dello Spirito. Tratta i Miei figli della foresta con cura e rispetto: non come
animali domestici, ma come tuoi pari. Quindi sarai l'amico di pipistrelli e rospi: di cervi e lupi: di
volpi e tassi: di gufi e serpenti: e delle mie creature eteree che esistono sulla sfera della Mia Luna, e
sono viste dai tuoi bambini, che ancora non sono accecati e assuefatti dal tuo mondo effimero. La
chiave della Mia sfera è la riflessione.