The Reef & The Craft

Ero una piccola creatura nel cuore 
Prima di incontrarti, 
Niente entrava e usciva facilmente da me; 
Eppure quando hai pronunciato il mio nome 
Sono stata liberata, come il mondo. 
Non ho mai provato una così grande paura, perché ero senza limiti. 
Quando avevo conosciuto solo mura e sussurri. 
Stupidamente sono scappata da te; 
Ho cercato in ogni angolo un riparo. 
Mi sono nascosta in un bocciolo, ed è fiorito. 
Mi sono nascosta in una nuvola, e ha piovuto. 
Mi sono nascosta in un uomo, ed è morto. 
Restituendomi 
Al tuo abbraccio. 

Mary-Elizabeth Bowen

PIRITE

 

 

 

PIRITE

La Pirite è una pietra composta per buona parte di ferro, e presenta una struttura che si cristallizza in cubi. Della stessa famiglia è la Marcasite, che si differenzia dalla Pirite perché assume una struttura in grappoli di rombi. In generale le caratteristiche e le funzioni delle due sono simili.

Il nome Pirite deriva da Pyr, fuoco in Greco.
Ed è proprio il Fuoco l’elemento Re in questa pietra luminosa e carica, tanto sensibile al calore che se bruciata rilascia un suggestivo odore di zolfo e rilascia scintille quando viene battuta.
Non per altro in antichità veniva usata per accendere i fuochi, e come parte focaia dell’acciarino.
Veniva chiamata “l’oro degli stolti” perché confondeva i cercatori stanchi per il suo bagliore ed il colore simile alle pepite di oro grezzo.

Rappresenta l’energia dorata del sole, e riequilibra stati di avarizia o, al contrario di generosità pericolosa.
Non si indossa a contatto diretto con il corpo. Non si lava con acqua e non gradisce i bagni di sale.

A livello terapeutico viene utilizzata con successo per stimolare il trasporto dell’ossigeno nel sangue e verso i polmoni.
Da buona pietra di fuoco potenzia la forza fisica se indossata, e rinforza il sistema immunitario, per cui è molto indicata per chi debba riprendersi da interventi, lunghe malattie o ricoveri.
Svolge una buona azione di disintossicazione e regola la costanza delle funzioni che interessano l’intestino.
Fa luce nei casi clinici particolari, permettendo di risalire alle cause primarie o ai traumi da cui scaturiscono alcune patologie. Legata all’ossigeno nel corpo ed al suo trasferimento e per problemi di stomaco (a piccole dosi).

A livello esoterico aiuta nella stimolazione della propria creatività ed autostima e la fiducia nelle proprie capacità. Aiuta ad affrontare le grandi sfide lavorative di tutti i giorni e canalizza la nostra energia concettuale verso obiettivi concreti, ottima dunque per trasformare idee in pratica.

Aiuta a richiamare le informazioni di cui si ha bisogno, utile negli esami e, in generale, per chi ha poca memoria. Apporta equilibrio tra gli aspetti creativi intuitivi e pratici.

Quando ci si sente inadeguati nei posti di lavoro è meravigliosa se posta come punto di focus sulla scrivania, perché agevola la concentrazione e salva dal dispendio di energie in cose futili, aiutando a sentirsi nel proprio posto.

Estremamente protettiva, blocca e scherma da energie pesanti provenienti da altre persone o larve psichiche.

 

UTILIZZO DELLA PIRITE DURANTE I RITUALI

 

La pirite è un ottimo alleato per capire e riconoscere se e quando qualcuno cerca insistentemente di manipolarvi o di inculcarvi le proprie idee.
Permette di riconoscere le cause dell'infelicità nonché a rinunciare all'adattamento passivo ed alla sottomissione.

Dunque uno degli utilizzi migliori della pirite (e così della Marcasite) è proprio come schermo e aiuto a riconoscere, per poi liberarsene, delle presenze manipolatorie della nostra vita.

Una volta che si è in possesso di una pirite pura un semplice rituale per prepararla al suo lavoro è la cosa migliore da fare.

Quando sospettiamo, o vogliamo un aiuto concreto per allontanare persone negative ci basterà creare il nostro angolo magico e silenzioso e “scaricare” la pietra nelle nostre mani con l’aiuto di terriccio, incenso, qualche goccia di acqua e una candela.
Poi concentriamo il nostro intento sulla pietra e visualizziamola mentre accoglie il compito che le affidiamo.
A questo punto, quando ci sentiamo sicuri di aver legato la nostra Pirite con l’intento, trasferiamola in un sacchetto e ricordiamoci di tenerla in tasca e lasciamoci ispirare, restando in ascolto e cercando di mantenere il canale libero e attento. Le vibrazioni della pirite ci guideranno in presenza di energie manipolatorie.

NEWSLETTER