The Reef & The Craft

Ero una piccola creatura nel cuore 
Prima di incontrarti, 
Niente entrava e usciva facilmente da me; 
Eppure quando hai pronunciato il mio nome 
Sono stata liberata, come il mondo. 
Non ho mai provato una così grande paura, perché ero senza limiti. 
Quando avevo conosciuto solo mura e sussurri. 
Stupidamente sono scappata da te; 
Ho cercato in ogni angolo un riparo. 
Mi sono nascosta in un bocciolo, ed è fiorito. 
Mi sono nascosta in una nuvola, e ha piovuto. 
Mi sono nascosta in un uomo, ed è morto. 
Restituendomi 
Al tuo abbraccio. 

Mary-Elizabeth Bowen

Uruz

 

Uruz
 

A cura di Tara
 

 

 

 

Bellicoso e cornuto

belva feroce con le corne lotta

indomito attraversa le brughiere

creatura affascinante

(Poema Runico Anglosassone)

 

 

Graficamente Uruz ci appare costituita da un asse verticale, dalla cui sommità origina un semitratto obliquo discendente, che termina con un semitratto verticale. Tradizionalmente è associata al toro, e rappresenta la forza primordiale e istintuale, capace di dare una forma al creato. Se con Fehu, infatti, abbiamo assistito all’origine delle energie dell’Universo, ecco che Uruz agisce dando una forma a queste energie e aggregandole in materia.

Mitologicamente la Runa è associata alla vacca cosmica Audhumla, che, all’origine dei tempi, leccando un blocco di sale per tre giorni, liberò il gigante primordiale Buri, padre di Borr, il quale generò a sua volta Odino,Vili e Vé . Essa rappresenta quindi la forza motrice ed istintuale da cui la creazione diviene manifesta, l’aggregazione dell’ordine e della sostanza. E’portatrice, pertanto, di forza ed energia, vigore, salute, solidità.

 

 

Come tutte le Rune, tuttavia, non le appartiene solamente un aspetto luminoso e vivificante. L’enorme potere di Uruz, infatti, è quello di Nerthus, la Grande Dea di vita e di morte, il potere dei Giganti e, in particolare, di Angroða, genitrice insieme a Loki del lupo Fenrir, del serpente Jörmungandr, e della dea infera Hel. L’energia che le appartiene è, pertanto, primariamente possente, caotica e oscura. Essa rappresenta il potere del toro, animale legato alla Grande Madre, potente e apparentemente calmo, ma pronto a trasformarsi in furia omicida se scatena la propria forza. Psicologicamente, Uruz incarna l’inconscio inferiore junghiano, governato dai nostri istinti più remoti e difficili da controllare: quello della sopravvivenza prima di tutti, la paura della morte ad esso conseguente, la rabbia che agisce da forza reattiva e promotrice di cambiamento. Si tratta quindi di un’energia che si muove negli strati più bassi della coscienza e dell’esistenza, e che, se non adeguatamente compresa, incanalata e direzionata, manifesta le sue azioni con effetti catastrofici e distruttivi. Il giogo, altro simbolo associato a Uruz, che permette di controllare e governare il toro, rappresenta la necessità di imbrigliare queste energie e indirizzarle consapevolmente, impedendo così che prendano il sopravvento in modo caotico e impetuoso. Ma affinchè questo sia possibile, è fondamentale, primariamente, conoscere l’ombra che Uruz rappresenta in ciascuno di noi. Ecco che, in quest’ottica, essa diviene il Minotauro del mito di Ariadne, che può essere raggiunto e sconfitto solo attraversando il labirinto, ovvero a fronte di un percorso di conoscenza interiore, che permetta di sapere dove si stia andando e di dominare infine il toro, prima di divenire succube della sua forza bruta.

Quando in un’estrazione Uruz viene ricevuta in posizione dritta, essa ci parla di azione istintiva, forza vitale che porta cambiamento, nonché stabilità e concretezza.

Se in posizione reversa anticipa carenza di energia, possibile malattia, morte.

Quando orientata in direzione speculare, indica protezione fisica da minacce o attacchi.

Nei lavori magici viene utilizzata per aumentare la forza di volontà e l’assertività, per favorire la guarigione fisica e psichica, per attirare circostanze positive.

 

 

SCHEMA DI URUZ:

 

Altri nomi: Úr, Ur

 

Polarità: maschile

Valore letterale: U

Valore numerico: 2

Elemento: terra

Colore: verde

Periodo: 14 luglio ore 8.00 /29 luglio ore 13.59

Minerali: ametista, occhio di tigre, avventurina; antimonio

Vegetali: muschio, nocciolo, betulla

Olio essenziale: muschio di quercia